"LA ONDA ANTIGUA" E' IL NUOVO EP DI NACHO TRANQUILO - Rising Time

Latest News

Cerca nel Blog

"LA ONDA ANTIGUA" E' IL NUOVO EP DI NACHO TRANQUILO




Prodotto da ndrskillz, l'EP si compone idealmente di due volumi. Il
Lato A, La Onda Antigua, racchiude quattro nuovi brani, fra cui il singolo Suavemente che ne ha anticipato l'uscita. Il Lato B invece, La Onda Nueva, riprende altrettante canzoni già pubblicate a inizio 2020, a rappresentare una sorta di chiusura del cerchio per il "Mexican Party Groover": un racconto che continua nel tempo. L'antico esce dopo il nuovo perché il tempo è mare e le onde scandiscono ciò che la nostra essenza non può realmente scandire. 

Il groove è il comune denominatore dei due lati. La musica di Nacho Tranquilo è una festa di generi in cui tutti ballano: rap, Latin, house e techno nelle loro varie sfaccettature, influenze tradizionali sudamericane e africane. Il suo sound, elettronico e ancestrale, si sposa con i flussi di coscienza che richiamano l'ascoltatore a riabbracciare il suo vero Io. 

Fra scosse telluriche e inni all'amicizia e alla libertà, l'artista traccia un percorso di redenzione e liberazione dai mali della Terra, evocando energia dalle sue viscere e rendendola immateriale. Con le sembianze di un luchador messicano, Nacho Tranquilo mischia italiano e spagnolo, materia e spirito, elettronica postmoderna e ritmi tribali, creando un unicum nella musica italiana e guardando oltre i propri confini.  

Segui NACHO TRANQUILO su instagram e facebook e spotify.







Followers

Flag Counter

Contact Us

Nome

Email *

Messaggio *

About Us

Rising Time's staff includes different figures within it, each and everyone linked to the other by the love for Black Music . The idea arose in 2013, but has become a true reality only in 2014, when DiMa and Ele decided to combine their skills to give life to a mixed project focused not only on music production but also as a real benchmark or simply an information point for reggae music lovers and similar, highlighting the events and venue of the Italian territory and the “made in Italy” productions.