Rising Time

Latest News

Live Events

News

Interviews

Riddim Releases

Recent Posts

PSALM COLLECTIVE PER ELASTICA RECORDS PRESENTA - BEAUTIFUL ZION


Beautiful Zion, è un brano dal profondo carattere consapevole, dove elementi vecchi e nuovi del Reggae coesistono piacevolmente e conducono l’ascoltatore dritti nel mood del brano. Ci sono chiari elementi tipici del dub, come la cassa dritta e lo snare molto marcato, che delineano il ritmo incalzante, melodie morbide articolate dalle linee di chitarra e il basso trascinante che aggiunge movimento alla produzione. Sulla versione strumentale, troviamo una sezione di fiati che dipingono armonie ipnotizzanti che spingono l’ascoltatore nella tipica dimensione “roots” del reggae più classico, arricchendo inoltre la produzione con questi affascinanti strumenti celestiali. Il testo militante del cantante italo-senegalese Galas, completano la melodia e portano una vibrazione di ispirazione Rastafari cantando il tema del Rimpatrio. Il brano è prodotto e missato da Fahbro per Psalm Collective, masterizzato da Davide Saggioro negli studi del Wise Mastering e vede la presenza di grandi musicisti italiani come Michele Manzo al basso, Jake alle chitarre e Brothermartino ai fiati.

JAH FARMER FEAT EAZY WAYNE PRESENTANO LA NUOVA RELEASE - NOT FI DEM


Not Fi Dem in collaborazione con Eazy Wayne, è un brano che sintetizza tutta la sua attenzione su quello che è  il reggae. Il brano non vuole identificarsi in un certo genere musicale come "brano di nicchia" o musica per pochi eletti, "Not Fi Dem" cerca di sdoganarsi e di liberarsi da quei concetti legati al consumismo,all'apparire, alla poca cultura e al denaro. Il connubio tra i due artisti ha creato unione e intensità attraverso mescolanze di sonorità diverse che vanno da quelle più moderne ad uno stile che guarda al passato. Jah Farmer, da oltre vent'anni nella scena musicale reggae, con "Not Fi Dem" modella tutte quelle che sono le idee che vanno in contrasto verso i più classici degli stereotipi,da questo anche la traduzione stessa del titolo del brano, "non è per loro". Il reggae e la volontà di cantare in Patwa,la lingua creola giamaicana, trovano in Jah Farmer il modo di esprimersi più vicino possibile al reale.

CLEMENTINO SUL PALCO DEL SILA MUSIC FEST 2019


Una sesta edizione col botto quella del Sila Music Fest 2019, che quest’anno ospiterà sul palco principale il rapper italiano Clementino. Dopo il successo delle scorse edizioni con Bandabardò e Sud Sound System, la Sila quest’anno si “muoverà con il lupo” sulle note di uno degli artisti più apprezzati del panorama musicale italiano.«Avevamo promesso un SMF19 speciale commentano dalla Pro-Loco Longobucchese, associazione ideatrice e organizzatrice dell’evento –e non senza difficoltà siamo riusciti a mantenere la promessa.Dopo le problematiche dello scorso anno e la quasi assenza di sostegno istituzionale, è stato solo grazie alla nostra caparbietà e all’ormai storico supporto della Publiepa Srl del patron Pino De Rose, se Clementino ha accolto la nostra proposta e il 13 agosto ci regalerà una delle notti più suggestive dell’estate silana respirando l’aria più pulita d’Europa».Si parte dunque alle 11:00 con il workshop inaugurale che avrà come main theme la promozione del territorio, che verrà realizzato a Longobucco, nella sala convegni dell’ex Convento dei Francescani, ed avrà come ospiti rappresentanti istituzionali e del mondo della ricerca.L’evento musicale, invece, aprirà i cancelli alle 16, e anche quest’anno sarà realizzato all’interno del Parco Avventura Norman Douglas di Longobucco. Dalle 18 si inizierà con la musica dei Castrum Sound e dei Taranta Sound, vincitori della seconda edizione del contest spin-off del Smf, Sila Music Contest. A scandire il ritmo della giornata sarà, come al solito, Manlio Calafrocampano con la sua crew Compari Sodi, a presentare i suoi ultimi lavori confezionati tra l’italia e l’Inghilterra, prima di cedere il main stageal rapper di Avellino che saprà rendere la serata indimenticabile. Ci aspettiamo una adesione massiccia auspicano dall’organizzazione considerando il livello dell’artista ma soprattutto la grande attrattività dell’area silana, che intendiamo promuovere e valorizzare.

MS LAURYN HILL IL 7 AGOSTO AL LOCUS FESTIVAL 2019 LOCOROTONDO


La XV edizione del Locus festival, che con la conferma di Ms. Lauryn Hill il 7 agosto allo Stadio Comunale di Viale Olimpia a Locorotondo, diventa indubbiamente uno dei più importanti festival musicali dell’estate 2019. Icona assoluta della black music mondiale, dagli esordi con i Fugees ai cinque Grammy Award conquistati da solista con l’album “The Miseducation of”, Ms Lauryn Hill (in esclusiva per tutto il Sud Italia) aggiunge ulteriore prestigio al festival che da ormai 15 anni offre sempre il meglio della buona musica internazionale dal vivo.

BOUNCE RECORDS E MACRO BEATS RECORDS PRESENTANO ZAY & THE BRAZZORV “RESPIRA” feat. D-VERSE


Dopo il successo della pubblicazione del singolo inedito lo scorso 11 giugno su tutte le piattaforme digitali, arriva il video del brano Respira di Zay & The Brazzorv feat. D-Verse. La formazione cremonese composta dal rapper Zay e dal quartetto strumentale di batteria, basso, chitarra e tromba, si riprende in una live session registrata a X, dove dimostrano tutto il loro savoir-faire in versione dal vivo. Respira è il brano che ha consolidato nuovamente il sodalizio fra l’etichetta perugina Bounce Records e la Macro Beats Records. Disponibile in tutti i digital stores, il singolo si presenta con un approccio appassionato alla black music, che scuote gli animi con un piglio squisitamente funk, accompagnato dalle rime dei due MC. Ispirato dalle vibrazioni californiane della nuova ondata hip hop, a cui fanno capo artisti come Anderson. Paak & The Free Nationals, i membri di Zay & The Brazzorv contribuiscono alla musica italiana colmando quel gap che spesso sussiste tra il rap e la produzione live con la band, con inedita freschezza. ‘“Respira” parla di tutti noi e delle “gabbie” che ci creiamo personalmente nel tentativo di raggiungere gli obiettivi: a volte l’unica soluzione è prendersi un’ora d’aria e lasciare che tutto intorno scorra senza la nostra influenza. È un brano che ti invita a non forzare le cose, soprattutto se coinvolgono le altre persone. Ho utilizzato spesso allusioni simboliche scure o misteriose per indicare che siamo noi a determinarci: se lasciamo che il nostro impeto prevalga, possiamo uccidere l’arte nelle cose (“vestito di velluto nero”) fino a sparire in un vortice incontrollabile... tanto il vero controllo non l’avremo mai! “Respira” è una sorta di appello epicureo.

ALBOROSIE & SHENGEN CLAN: MARTEDI' 30 LUGLIO AL PALA ERCOLE- SPAZIO VERDE POLICORO (MT)


Martedi 30 Luglio Alborosie & Shengen Clan al Pala Ercole Spazio Verde a Policoro (Mt) Il reggaeman internazionale ha annunciato l'appuntamento live nella Penisola per festeggiare venticinque anni di straordinaria carriera, considerato l’ambasciatore reggae italiano nel mondo, sarà supportato da Shengen Clan Band. Sul palco in open act a dare calore allo spettacolo si alterneranno diversi ospiti: Vacca, Manlio Calafrocampano & Compari Sodi, Papa Buju & Murgia Thomas, Forelock ft. Dj Madkid, D.sabile.J. L’evento è stato organizzato da Escape, progetto nato per promuovere la musica attraverso l’organizzazione di concerti ed eventi. Bilietti disponibili in prevendita, su Ciaotickets e nei suoi punti vendita autorizzati. Tutte le indicazioni per procedere all'acquisto le trovate all' interno dell'evento o sulla pagina Escape Eventi.

MURDHOUSE RECORDS E PACOSILECTA PRESENTANO SOUND THE ALARM RIDDIM ft. SKARRA MUCCI


Non è passato tanto tempo dall’ultima release firmata Murdhouse records e Pacosilecta, lo scorso aprile infatti abbiamo ascoltato il Militant riddim con i campioni Ranking Joe, Lilly Melody e Pinch. Questa volta è fuori il loro nuovo lavoro il Sound The Alarm. Il riddim ospita un altro grande nome internazionale Skarra Mucci, uno dei più versatili e prolifici artisti che la scena reggae abbia mai conosciuto. Un riddim contagioso e solare su cui la voce di Skarra si sposa alla perfezione con delle liriche sfrontate e lo stile originale; un sound avvolgente e un ritornello che rimane impresso nella mente per molto tempo. Nel piccolo ep sarà presente anche una version dub di Billyman (RupaRupa records) che ha curato i master. 
Credit: riddim by Pacosilecta mixed & mastered: Gabriele Loria at Rupa Rupa Records special thanks: Gianca HDM roots movement. 

IL PRODUCER CIENFUEGO PRESENTA IL SINGOLO DEM DON'T KNOW FEAT. MISTILLA & BONNOT

Dopo il primo lavoro ufficiale Dubtribe, insieme alla talentuosissima Sista Awa, il producer Cienfuego presenta il suo secondo singolo Dem Don't Know feat. Mistilla per la nuova Mediterranean Dub, parte dell’etichetta discografica Bonnot Music. Un moderno ensamble di ritmi, con suoni ipnotici del dub e tinte di reggae roots che si mescolano insieme alla perfezione. 
A dar forza e spessore alla produzione vi é la spendida voce di Mistilla, cantante del progetto Earth Beat Movement
Il brano è disponibile su tutti gli stores digitali per Mediterranean Dub e distribuito da Believe Music.

"40 ANNI" - IL NUOVO BRANO CON VIDEOCLIP DI BRUNO & THE SOULDIERS


“40 Anni” è il nuovo brano dei calabresi Bruno & The Souldiers, prodotto da Onedrop Fellas, corredato dal videoclip e online sul canale youtube. Dopo “Bloody Money”, questo nuovo singolo è cantato in italiano. Una decisione nata in modo spontaneo e con l'esigenza di poter trasmettere messaggi positivi, per essere così capiti da tutti. Una canzone con il testo che mette in risalto la spensieratezza e la bellezza della vita con un allegro ska/reggae pronto a farci ballare per tutta l'estate. Registrato al Black Horse Music Studio (Cz) con la partecipazione di Eugenio Pullano alla tromba e ai cori, e Simone Matarese ai cori. Mixato e masterizzato da Francesco Malizia al Kaya Studio a Rende (Cs). Il video è stato girato da Stefano Santo Sinopoli ed è visibile in anteprima sul sito di reggae.it a questo link.


REDGOLDGREEN LABEL PRESENTA: "LA SERA PRIMA " DI STUDIO ILLEGALE

Secondo singolo uscito con la collaborazione dell'etichetta Redgoldgreen Label, dopo "Al di quà" , "La Sera Prima" è un brano che descrive la paura del restare soli. 
Il gruppo nel brano interpreta la solitudine come un'evasione dalla "realtà" vista come falsa. Questo perché lo stare soli con sé stessi è spesso e per molti l'unica vera realtà, in cui rifugiarsi e che fa meno paura. Quale è la soluzione per la band? Avere qualcuno che sopporta la nostra essenza e sta ad ascoltare, aiutandoci a trovare l'uscita dall’interno di un metaforico e personale "labirinto utopico". L'atmosfera che il brano crea è simile a quella di una di quelle sere dove la malinconia è cosi assordante nel silenzio da far ritornare in mente, come rifugio, i momenti passati nella vita con quei veri amici che spesso per il corso degli eventi nel tempo non rimangono più tali. Lo "STUDIO ILLEGALE" è nato dalla voglia di nove ragazzi della Tuscia, che affezionati alle loro origini “in levare”, decidono di far conoscere, ai coetanei e non, il loro orgoglio Ska Reggae ma che vede sempre contaminazioni anche con un mondo più indie e anche rap che crea un loro suono unico ed originale. Nella loro carriera partecipano a concerti con gruppi come "Ramiccia", "‪Radici nel Cemento", "Matrioska", “Adriano Bono e reggae circus“, “Maleducazione Alcolica", "Willie Peyote", "Zen Circus", "Coma Cose", "Generical Animal", "Achille Lauro" e molti altri. Sin dal 2017 hanno raggiunti tanti traguardi importanti come la finale di Emergenza festival la partecipazione al Encore Festival, fino al giugno 2018 che ha portato il gruppo nella capitale della musica: Sanremo arrivando in finale al SANREMO Rock&trend esibendosi sul palco del teatro Ariston a continuare fino ad oggi con tante importanti partecipazioni in compilation, live e tour.

WOMEN IN BLACK VOL 3, IL LAVORO DISCOGRAFICO DEDICATO ALLE VOCI FEMMINILI


È diventato ormai un appuntamento fisso e questo è già il terzo volume: si tratta di Women in Black, il lavoro discografico ideato dalla giornalista salentina Alessandra Margiotta, supportato dall'etichetta Rising Time Label, e che punta alla valorizzazione delle voci femminili della musica black. 

In questa nuova edizione il lavoro è più elaborato ed originale e come spiega Margiotta: “In questo mio nuovo lavoro discografico ho pensato di inserire nel progetto diversi produttori italiani; ho dato loro degli accordi e delle parti musicali suonate da me al pianoforte chiedendo di costruire una base musicale. Da queste mie note sono nate interessanti armonie che abbracciano diversi stili della black music. Poi sono andata alla ricerca delle voci femminili affini ed ecco Women in Black vol. 3”
Nel progetto hanno partecipato tra i produttori: il salentino Giuliano Conte, i calabresi dj Spike & Jkob, Andy Mittoo che vive in Liguria, Andrea Presicce di No Finger Nails anche lui salentino, e il casertano Vittorio Copioso. Le cantanti che invece hanno impreziosito il lavoro discografico sono: la salentina Desi, la nota Francisca di origini brasiliane, Veronica Lauryn anche lei salentina, Valeria Up Beat di Bari e Tiziana Andreoli della provincia di Bologna. Master dei brani a cura di Andrea DiMa della Rising Time.

Di seguito il link per ascoltare il lavoro su tutti i proncipali digital store:
http://bit.ly/2XsEytX

REDGOLDGREENLABEL PRESENTA: "GLI ANNI DELLE POSE " DI GIULIETTOMAN


Molte cose sono cambiate dalla fine degli '80, anni che avevano dato inizio al fenomeno delle "posse", come contenitore della "musica alternativa" in opposizione a quella "commerciale". Oggi invece sembriamo vivere negli anni delle "pose", dei selfie, dell'apparenza vuota di contenuti di cui la musica, in quanto forma d'arte, dovrebbe esser pregna. È all'interno di questo cambiamento che si inserisce il messaggio del primo disco edito dell'artista Giuliettoman, un EP di quattro tracce che affronta tematiche varie e mescola diversi generi musicali. Dalle tracce dedicate a riflessioni di ampio respiro, come in Maleppeggio, che parla di lavoro precario, a Oltre il confine, di cui è stato realizzato un video lyrics, che riflette sul dramma della migrazione, si passa a temi più intimi e privati, come nel brano Rispetto, che parla di amicizia, per finire con una lucida critica del modo di fare musica oggi, spesso basato sull'omologazione stilistica e sulla ricerca di facili "like", nella canzone intitolata Déjà-vu. È un disco che alterna sonorità strumentali live e produzioni digitali, in una mescolanza di stili reggae-hiphop, dub e dancehall, con l'aggiunta di elementi funky su cui lo stile raggamuffin di Giuliettoman si adatta perfettamente, tra flow incalzanti e testi impegnati. 
 Varie le collaborazioni presenti nel disco, come la partecipazione di Matteo Gabbianelli, voce della nota band dei Kutso, di VirtuS, produttore e cantante internazionale del panorama reggae/dancehall, di Dj Dibba, esponente del gruppo Rap romano Do Your Thang e il collettivo di musicisti impegnato nei brani suonati con la band che lo accompagnerà nei live di presentazione. 

IN BUS AL LOCUS FESTIVAL CON FERROVIE DEL SUD EST


In bus al Locus festival con Ferrovie del Sud Est! Sono in vendita i biglietti dei bus dedicati per i concerti di Ms Lauryn Hill e di Calcutta al Locus festival. Collegamenti andata e ritorno da Bari, Lecce, Brindisi, Taranto, Polignano a mare... con numerose fermate intermedie. 

Ferrovie del Sud Est (Gruppo FS Italiane), vettore ufficiale del Locus Festival 2019, organizza collegamenti diretti in bus - da Bari, Lecce, Brindisi, Taranto e Polignano a Mare (con numerose fermate intermedie) per i due concerti più attesi allo Stadio Comunale di Locorotondo: mercoledì 7 agosto per Ms. Lauryn Hill e sabato 10 agosto per Calcutta. L’arrivo dei bus è previsto un’ora prima dell’inizio del concerto, la ripartenza a fine evento. Per acquisto e informazioni orari corse da/per Locorotondo, è possibile consultare i siti web fseonline.it, trenitalia.com e l’App smartphone e tablet Trenitalia. 
 I biglietti Fse sono inoltre in vendita presso le biglietterie, le postazioni self service, le agenzie di viaggio e i punti vendita aderenti delle reti Sisal, Lottomatica e Federazione Tabaccai.

more info @ https://www.facebook.com/locusfestival/

I Biglietti del bus NON INCLUDONO i biglietti per i concerti, che vpossono essere acquistati separatamente su Vivaticket.it, Ticketone.it e Festicket.com 
🎫 Ticketone http://bit.ly/locus2019_ticketo 
🎫 Vivaticket http://bit.ly/locus2019_vivaticket 
🎫 Festicket http://bit.ly/festicket_2019 




FILAGOSTO FESTIVAL 2019 PRESENTA BUSY SIGNAL- GIOVEDI 1 AGOSTO INGRESSO GRATUITO


Immancabile ogni anno l'appuntamento con la musica in levare per il Filagosto festival , una serata che negli ultimi anni ha portato sul palco dell'appuntamento bergamasco sempre star internazionali, Da Tarrus Riley ai Groundation, solo per citare le ultime due edizioni. Quest'anno il primo agosto sarà la serata di Busy Signal, senza dubbio una delle attuali star mondiali della musica reggae, protagonista di uno show energico che spazia dal roots reggae alla dancehall senza un attimo di tregua. Giovedì 1 Agosto dalle ore 22.00 ingresso gratuito.

NO FINGER NAILS PRESENTA IL SESTO LAVORO IN VINILE "TANDAS PARA EL DUB"


"Tandas para el dub", fuori il sesto lavoro in vinile del produttore salentino Andrea Presicce aka No Finger Nails. L’ep è distribuito in digitale e vinile, da I-nity.com, marchio che diffonde reggae, roots e dub. I quattro brani (la title track, Good&intelligent, Beautiful Tango, Rise up) sono impreziositi dai feauturing con il fisarmonicista DedoVibes e con le voci di MannaroMan, Tommy Evok e Verdiana Rondinone. La tanda è un turno di danza in una milonga (un tipo di tango con un adattamento leggermente più veloce e dal ritmo molto più marcato), un gruppo di brani musicali, di solito tra i tre e i cinque, ritmicamente e stilisticamente omogenei, suonati ad ogni turno. Quando inizia una nuova tanda, i ballerini possono ascoltare l'inizio del primo brano e decidere di interpretarlo. Con questo progetto discografico No Finger Nails porta la tanda nel dub, cercando di creare una similitudine tra il mondo della danza del tanghero e le tipiche dub session in SoundSystem. Per i quattro brani il fisarmonicista Gianni De Donno aka DedoVibes ha adattato una tipica melodia milonga sul riddim dub steppa. E se la title track è interamente strumentale negli altri tre brani No Finger Nails incontra tre voci conosciute nel panorama reggae dub italiano e internazionale che, mantenendo il proprio stile e la loro provenienza, di fatto completano questa similitudine musicale. In "Good&Intelligent" la voce è di MannaroMan aka Luca Santinelli, un dj/mc marchigiano membro del Double spliff Sound System. Il suo stile si contraddistingue come una fusione di rub a dub, raggamaffin e dj style dalle liriche veloci e serrate, fortemente influenzate dai djs early dancehall anni 80'. In "Rise Up" spazio a Tommy Evok, nuovo talento che accompagna con la sua voce produzioni italiane e session (DubZoic, Michael Exdous, e molti SoundSystem). Mc che esprime il suo cuore attraverso liriche toccanti nelle melodie e nei messaggi, dando a questa versione un tono e un'atmosfera molto diversa dalle altre, quasi a sottolineare l'intrisa passione per il "Sound System Culture". Infine la cantante materana Verdiana Rondinone è la protagonista di "Beatiful Tango", nel quale reinterpreta il testo di un brano di Hindi Zahra. La sua arte rispecchia l'evolversi degli stili del reggae e della musica dub. La sua è una vocazione innata, un viaggio in levare dettato dal cuore. Dal 21 giugno sul canale youtube di No Finger Nails sarà anche disponibile il videoclip della titletrack "Tandas para el dub", firmato dal regista e montatore Michele Alberto Chironi in collaborazione con il fotografo Antonio Leo. La copertina del vinile è affidata ad Alessandro Cataldi aka Jericho, artista eclettico e surreale, sassofonista del duo pugliese Brotherz, con il quale No Finger Nails aveva collaborato nel suo vinile "Mash it Up".

Followers

Flag Counter

Contact Us

Name

Email *

Message *

About Us

Rising Time's staff includes different figures within it, each and everyone linked to the other by the love for Black Music . The idea arose in 2013, but has become a true reality only in 2014, when DiMa and Ele decided to combine their skills to give life to a mixed project focused not only on music production but also as a real benchmark or simply an information point for reggae music lovers and similar, highlighting the events and venue of the Italian territory and the “made in Italy” productions.