“MANTENEDO IL MONDO IN UN PUGNO” IL PRIMO SINGOLO CHE ANTICIPA L'ALBUM DEI RIPTIDERS - Rising Time

Latest News

“MANTENEDO IL MONDO IN UN PUGNO” IL PRIMO SINGOLO CHE ANTICIPA L'ALBUM DEI RIPTIDERS


I Riptiders, tra i più giovani rappresentanti della scena reggae sarda, presentano "Mantenendo Il Mondo In Pugno", singolo accompagnato da videoclip che anticipa quello che sarà il loro secondo disco, Vol. 2. Il produttore e responsabile dell’etichetta Black Box Records, Antonio Papant’ò Leardi, dice che: “questo brano rappresenta alla perfezione l’anello di congiunzione tra Vol.1 e il nuovo disco in preparazione. La scelta di non usare loop e strumenti virtuali per quanto riguarda il lato musicale e le liriche sempre più conscious segnano la strada della band”. Dal canto suo Marco Serra, autore del singolo e voce della band, racconta: “Mantenendo Il Mondo In Pugno" parla del sentirsi completi. Suggerisce quello che accade quando, una volta deciso di non scendere a compromessi, si affronta la vita a pieno. Parla della possibilità di vivere in condivisione con qualcuno che ci faccia sentire a nostro agio e in perfetta armonia col nostro “io” più profondo. Solo così si può raggiungere un equilibrio perfetto e avere quasi la sensazione, suggerita dal titolo del brano, di avere il mondo in pugno”. Mantenendo Il Mondo In Pugno vede la partecipazione straordinaria della sezione fiati composta da Gioele Crabuzza e Giona Crabuzza ed è disponibile su tutte le piattaforme digitali, mentre il video è visibile su YouTube.

Followers

Flag Counter

Contact Us

Name

Email *

Message *

About Us

Rising Time's staff includes different figures within it, each and everyone linked to the other by the love for Black Music . The idea arose in 2013, but has become a true reality only in 2014, when DiMa and Ele decided to combine their skills to give life to a mixed project focused not only on music production but also as a real benchmark or simply an information point for reggae music lovers and similar, highlighting the events and venue of the Italian territory and the “made in Italy” productions.