THE ROOTS CORPORAL SUL PALCO DELL' "UNO MAGGIO LIBERO E PENSANTE" DI TARANTO - Rising Time

Latest News

THE ROOTS CORPORAL SUL PALCO DELL' "UNO MAGGIO LIBERO E PENSANTE" DI TARANTO


I lucani The Roots Corporal saranno tra le cinque band che apriranno il concerto del Primo Maggio a Taranto, conquistando il palco principale della manifestazione, dopo aver superato una severa preselezione. Sono state oltre 100, infatti, le band che hanno partecipato al contest “Destinazione uno Maggio”. Lo staff tecnico e gli organizzatori hanno individuato tra questi solo 30 progetti musicali che si sono esibiti, e si esibiranno, dal vivo durante le cinque date sparse per le principali città italiane. La seconda di queste ha visto esibirsi sul palco del Garagesound di Bari. Il verdetto finale ha visto trionfare i The Roots Corporal vincitori, con il consenso quasi unanime della giuria tecnica presente, composta da Guido Lioi, Roberto Calabrese, Ivan Piepoli, Fabio Losito, Giovanni Verini Supplizi. La band nata, nel 2014, a Ferrandina, a pochi chilometri da Matera, da un progetto di Rocco Schiavone ed Enzo Di Stefano, propone una musica energica, portatrice di un messaggio di ricostruzione e della continua ricerca di quell’identità che il territorio lucano, e più in generale il Sud Italia sta lentamente perdendo. Parlare della propria terra attraverso un crossover di generi che si mescolano tra loro. Il ritmo in levare del reggae si coniuga perfettamente con alcuni elementi tipici del jazz e della world music. “Portare il nostro messaggio e la nostra musica su quel palco è estremamente importante. Music is a mission, not a competition” dice Rocco, ed Enzo replica: “Un traguardo che tutti i ragazzi della band volevano fortemente. Un traguardo che è nuovo punto di partenza per reinventarsi di continuo.”

Followers

Flag Counter

Contact Us

Name

Email *

Message *

About Us

Rising Time's staff includes different figures within it, each and everyone linked to the other by the love for Black Music . The idea arose in 2013, but has become a true reality only in 2014, when DiMa and Ele decided to combine their skills to give life to a mixed project focused not only on music production but also as a real benchmark or simply an information point for reggae music lovers and similar, highlighting the events and venue of the Italian territory and the “made in Italy” productions.