IN ITALIA L’AFROTRAP AL FEMMINILE SI CHIAMA EPOQUE - Rising Time

Latest News

Cerca nel Blog

IN ITALIA L’AFROTRAP AL FEMMINILE SI CHIAMA EPOQUE


 

Fuori in digitale “Petite”, il nuovo singolo di Epoque, rapper e cantante afroitaliana (torinese con origini congolesi). Nell’ultimo anno, Epoque ha pubblicato tre singoli afrotrap scrivendo testi in cui mischia l’italiano con il francese e il lingala e “Petite” è il nuovo capitolo di questo percorso. Janine Tshela Nzua, vero nome dell’artista classe 1994, ha passato l’infanzia tra Torino, Parigi e Bruxelles, per poi tornare nel capoluogo piemontese, dove ha frequentato le scuole. Sempre appassionata di musica, ha deciso di intraprendere questo percorso dopo l’incontro con il produttore musicale Di Gek, classe 1992 e cultore di musica afro, house e hip hop. Insieme, i due hanno creato uno stile urban con sonorità afro e testi conscious, in cui la melodia ha sempre un ruolo importante ma spesso lascia spazio al rap, che diventa uno sfogo. “Petite” è un brano afrotrap in cui, oltre al beat e alla voce di Epoque ha un ruolo importante la chitarra del musicista ghanese Joshua. A questo si aggiunge un testo che parla della condizione femminile da un punto di vista particolare: “I pregiudizi e i cliché nei confronti delle donne – racconta Epoque -, soprattutto donne di origini straniere, mi hanno impedito di essere me stessa in alcune situazioni e rapporti. Questo brano racconta come una ragazza, ancora oggi, venga giudicata migliore o peggiore di altre a seconda del colore della sua pelle, della taglia che porta, della sua religione ecc. Questo è annullamento di persona e nel testo, senza vittimismo, racconto la mia esperienza che ancora oggi mi tocca ma, grazie al mio percorso personale, non mi rattristisce più, dunque volevo condividere la questione in un modo che risultasse positivo”. 

Followers

Flag Counter

Contact Us

Name

Email *

Message *

About Us

Rising Time's staff includes different figures within it, each and everyone linked to the other by the love for Black Music . The idea arose in 2013, but has become a true reality only in 2014, when DiMa and Ele decided to combine their skills to give life to a mixed project focused not only on music production but also as a real benchmark or simply an information point for reggae music lovers and similar, highlighting the events and venue of the Italian territory and the “made in Italy” productions.