FILAGOSTO FESTIVAL 2018 LINE-UP COMPLETA 31 LUGLIO 5 AGOSTO - Rising Time

Latest News

FILAGOSTO FESTIVAL 2018 LINE-UP COMPLETA 31 LUGLIO 5 AGOSTO


Sarà Willie Peyote ad aprire la sedicesima edizione del Filagosto, che sposta la tradizionale serata dedicata al reggae internazionale al giovedì. Torna, inoltre, il festival nel festival, la formula che vede il Metal For Emergency ospite per il secondo anno consecutivo del Filagosto. Protagonisti del sabato sera saranno cinque band, espressione della scena metal nazionale e internazionale, con i Sepultura come headliner d’eccellenza. Tra i 17 concerti dei 6 giorni di programmazione si aggiunge, per la seconda serata, quello de Lo Stato Sociale, formazione che non ha bisogno di presentazioni e che sarà aperta da I Botanici. Il variegato carattere musicale di uno degli appuntamenti più importanti dell’estate del Nord Italia si riconferma nelle due serate dedicate al reggae nelle sue accezioni più inusuali. Da una parte il roots reggae californiano dei Groundation dall’altra le ibridazioni con la dub dei Mellow Mood. Ad aprire le due serate i newyorkesi New Kingston e i milanesi Rootical Foundation. Colapesce e il suo ultimo album “Infedele” risuoneranno nella serata di venerdì preceduti dal duo salentino La Municipàl recente vincitore del 1MNext, contest legato al concerto romano del Primo Maggio e dagli Yosh Whale, vincitori del Premio Buscaglione. I miei migliori complimenti e Enne saranno i primi ad esibirsi in apertura al rapper torinese, dando ufficialmente il via alla sedicesima edizione del Filagosto.

6 GIORNI E 17 CONCERTI LIVE Inizio concerti ore 21 Sabato 4 agosto inizio concerti ore 18 INGRESSO GRATUITO

Followers

Flag Counter

Contact Us

Name

Email *

Message *

About Us

Rising Time's staff includes different figures within it, each and everyone linked to the other by the love for Black Music . The idea arose in 2013, but has become a true reality only in 2014, when DiMa and Ele decided to combine their skills to give life to a mixed project focused not only on music production but also as a real benchmark or simply an information point for reggae music lovers and similar, highlighting the events and venue of the Italian territory and the “made in Italy” productions.