MASTA P (KALAFRO) “NON SONO UN RUDE BOY”: IL SINGER CALABRO TORNA SULLA SCENA CON IL NUOVO SINGOLO - Rising Time

Latest News

MASTA P (KALAFRO) “NON SONO UN RUDE BOY”: IL SINGER CALABRO TORNA SULLA SCENA CON IL NUOVO SINGOLO


Masta-P (Kalafro) all’anagrafe Nicola Casile, torna sulla scena reggae-dancehall a 6 anni di distanza dal suo ultimo lavoro discografico. Il suo debutto risale al 2002, quando si fece fondatore del collettivo Kalafro; un sound versatile che spaziava tra un robusto rap con influssi raggamuffin, reggae e rock in alcune sfumature. Un'esperienza decennale quella con i Kalafro, che lo ha visto impegnato su numerosi palchi di livello, tra festival ed eventi, con una discografia di 4 album inediti. Dopo un periodo di pausa da live e studio, il singer torna ora con il nuovo singolo "Non Sono un Rude Boy", un brano in perfetto dancehall-style, un ritornello che subito risuona in testa e spinge il piede a tenere il ritmo. Un testo lover, che racconta di un infatuazione nata per una ragazza, tra le vibe di un party:  “Tutto quel che vuoi da me, e quello che io ti darò, Baby non perdiamoci di vista adesso che questo incontro di carne e di cuore ci tiene così che puoi, avermi tutto se lo vuoi, stanotte siamo solo noi, io non tradisco io non sono un rude boy”. Un’infatuazione che si spera possa trasformarsi in qualcosa di speciale. Il brano è stato mixato e masterizzato da Peppe Cirino al Telegraph Road Studio, il video è stato curato dalla Eclipse Cinematic Production.  Il video è disponibile dall' 8 Maggio sul canale youtube dell' etichetta  Rising Time Label,  con la promozione  del portale Music in Black. "Non sono un rud boy" è disponibile in free download.  

Followers

Flag Counter

Contact Us

Name

Email *

Message *

About Us

Rising Time's staff includes different figures within it, each and everyone linked to the other by the love for Black Music . The idea arose in 2013, but has become a true reality only in 2014, when DiMa and Ele decided to combine their skills to give life to a mixed project focused not only on music production but also as a real benchmark or simply an information point for reggae music lovers and similar, highlighting the events and venue of the Italian territory and the “made in Italy” productions.