“NO BUONO” SECONDO ESTRATTO DAL NUOVO ALBUM DI WHITE BOY PRESTO FUORI PER - DO YOUR THANG RECORDS - Rising Time

Latest News

“NO BUONO” SECONDO ESTRATTO DAL NUOVO ALBUM DI WHITE BOY PRESTO FUORI PER - DO YOUR THANG RECORDS


Il nuovo singolo “No buono” ft. Pacman XII è la seconda anteprima del prossimo album “202” del rapper White Boy in uscita entro fine anno. Il beat, curato interamente dal producer Alan Beez è come uno spartito di musica classica, come un libretto d’opera, un testo di teatro pronto a offrire l’ossatura per l’interpretazione dei due maestri d’orchestra White Boy e Pacman XII. Il pezzo è uno schiaffo in faccia alla borghesia come non si vedeva dai tempi del remake di “Funny Games” del regista Michael Haneke, è una critica alla società della inutile spettacolarizzazione, è il fastidioso e deflagrante urlo che all’Hip-Hop moderno non servono necessariamente testi senza senso, è il gesto violento infilato dentro il grazioso guanto bianco. Lasciati mettere con le spalle al muro, White Boy e Pacman XII in sintonia come due colpevoli complici sono pronti a stupirti con tecniche e incastri spietati. “No Buono”, come il nuovo album ufficiale “202”, non ti lascia scampo, anche se è “solo“ un brano musicale, lasciati proiettare nella contorta immaginazione dei due artisti e non permettete a quel che regola la realtà di influenzare anche le vostre fantasie. Beffardo, sarcastico, crudele, fastidioso. “No Buono” è tra i brani più irriverenti pubblicati dall’etichetta Do Your Thang Records.

Followers

Flag Counter

Contact Us

Name

Email *

Message *

About Us

Rising Time's staff includes different figures within it, each and everyone linked to the other by the love for Black Music . The idea arose in 2013, but has become a true reality only in 2014, when DiMa and Ele decided to combine their skills to give life to a mixed project focused not only on music production but also as a real benchmark or simply an information point for reggae music lovers and similar, highlighting the events and venue of the Italian territory and the “made in Italy” productions.