DEM FI KNOW: IL NUOVO VIDEO DI FORELOCK & ARAWAK - RISING TIME - Official Site

Latest News

DEM FI KNOW: IL NUOVO VIDEO DI FORELOCK & ARAWAK

L'1 aprile è uscito in esclusiva per reggaeville Dem Fi Know, il nuovo video di Forelock & Arawak  che anticipa l'album ufficiale in uscita per la fine dell'estate 2015.
Il video, prodotto da Phy Factory, offre un intimo affresco della street life sarda e un omaggio ai contesti suburbani europei in cui i volti delle persone comuni e i luoghi legati alla quotidianità creano uno sfondo perfetto per il significato del brano. Dem Fi Know parla infatti alle nuove generazioni, che vedono la realtà attraverso i social network e non attraverso i propri occhi; le nuove tecnologie ci costringono a tenere china la testa.

Forelock, già membro della band sarda Arawak dal 2008, negli ultimi anni ha dimostrato di essere tra le voci più promettenti del reggae italiano: con le  numerose collaborazioni negli ultimi anni si è distinto e fatto notare sia sul territorio nostrano che all'estero.
Dal 2013 fa parte del progetto Dub Files coordinato da Paolo Baldini, che sarà anche direttore artistico del nuovo progetto che nel 2015 coinvolgerà il progetto sardo: l’album in uscita sarà accompagnato da un rinnovato assetto della band che vedrà Forelock come protagonista.

Con Forelock e gli Arawak ho la possibilità di servirmi di materiale artistico di prima scelta, che mi permette di esplorare le possibili sfaccettature musicali di questo genere”. (P.B.)




Followers

Flag Counter

Contact Us

Name

Email *

Message *

About Us

Rising Time's staff includes different figures within it, each and everyone linked to the other by the love for ReggaeMusic . The idea arose in 2013, but has become a true reality only in 2014, when Andrea DiMa and Elena Lombardo decided to combine their skills to give life to a mixed project focused not only on music production but also as a real benchmark or simply an information point for reggae music lovers and similar, highlighting the events and venue of the Italian territory and the “made in Italy” productions.